ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hamas e Fatah ai ferri corti dopo i morti a Gaza

Lettura in corso:

Hamas e Fatah ai ferri corti dopo i morti a Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Una riunione d’urgenza in mattinata del governo di Ismail Haniye, premier deposto di Hamas ma di fatto al potere su Gaza, è l’ultimo atto dell’escalation di tensione tra fazioni palestinesi.

Hamas contro al Fatah: una lotta fratricida. Dopo i morti gli arresti e i cortei. Nelle immagini di ieri sera sostenitori di Hamas chiedono giustizia contro gli attentatori che venerdi, facendo esplodere un’auto, hanno ucciso cinque membri del gruppo politico estemista. La responsabilità cadrebbe sugli uomini che fanno capo a Mahmud Abbas.

Ieri è partita la caccia di Hamas ai membri di Fatah. Centosessanta arresti tra le loro fila, alti quadri compresi, perquisizioni, anche in un’agenzia di stampa del gruppo palestinese, materiale sequestrato, tensione altissima.

Ai funerali delle cinque vittime il grido più ricorrente era “vendetta”. Nel rivendicare l’attentato un gruppo delle cosiddette “brigate al awda” si è definito fiancheggiatore di al fatah, ma nel gioco delle parti e delle accuse incrociate i colpevoli dell’attacco continuano a restare sconosciuti alimentando l’odio tra le due fazioni una, Hamas , prevalente a Gaza l’altra, Fatah, nei territori della Cisgiordania.