ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incertezze sull'effettiva presentazione del ricorso contro l'estradizione all'Aja di Radovan Karadzic

Lettura in corso:

Incertezze sull'effettiva presentazione del ricorso contro l'estradizione all'Aja di Radovan Karadzic

Dimensioni di testo Aa Aa

Non c‘è ancora conferma sulla presentazione del ricorso contro l’estradizione all’Aja di Radovan Karadzic. A mezzanotte è scaduto il termine per fare appello, ma l’avvocato difensore dell’ex leader
serbo-bosniaco, ricercato dalla giustizia internazionale da 13 anni e arrestato lunedì dalle autorità di Belgrado, mantiene il silenzio.

La Corte d’appello ha tre giorni per pronunciarsi dal ricevimento del ricorso.

“Non sappiamo ancora se un ricorso è stato depositato – dice la portavoce della Corte -. Lo sapremo solo quando sarà nelle mani dei giudici. Solo allora potrà essere presa una decisione”.

All’Aja tutto è pronto per ricevere il detenuto più importante del conflitto nella ex Iugoslavia attualmente nelle mani della giustizia internazionale. Nella prigione dell’Onu, che si trova alla periferia della città olandese, le guardie hanno effettuato delle esercitazioni in vista del trasferimento di Karadzic.

I responsabili del Tribunale penale assicurano che le misure di sicurezza sono state rafforzate per impedire un suicidio in carcere come quello di Slobodan Milosevic.