ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parigi come Berlino: entusiasmo e consensi per Obama

Lettura in corso:

Parigi come Berlino: entusiasmo e consensi per Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo Berlino, Parigi. Barak Obama è stato accolto all’Eliseo dal presidente francese Nicolas Sarkozy. Nella sua seconda tappa europea, il candidato democratico alla Casa Bianca, non ha tenuto discorsi pubblici. Al termine del colloquio con il capo di stato francese, ha partecipato a una conferenza-stampa congiunta. Reciproche le attestazioni di stima.

“Il popolo americano ha apprezzato tantissimo l’approccio che il presidente Sarkozy ha manifestato nei confronti delle relazioni tra i nostri due paesi, quando è venuto negli Stati Uniti a tenere un discorso da presidente. É stato trattato come una rockstar”.

“Mi fa piacere ritrovare il senatore che avevo incontrato nel 2006, quando avevamo discusso, con tanta passione, del Darfur e di quello che era successo. Eravamo in due in questo ufficio. Uno dei due è diventato presidente, l’altro non deve fare altro che imitarlo. Non è un’ingerenza questa”.

Reciproche cortesie ma anche comunanza di intenti nelle grandi sfide che preoccupano il mondo: il nucleare iraniano, il riscaldamento del pianeta, la pace.