ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ritorsioni della Libia contro la Svizzera dopo il caso Hannibal Gheddafi

Lettura in corso:

Ritorsioni della Libia contro la Svizzera dopo il caso Hannibal Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Tripoli ferma i rifornimenti di petrolio alla Svizzera.

La Libia tira dritto sul cammino delle ritorsioni nei confronti del Paese elvetico dopo la breve detenzione del quarto figlio del leader libico Moahmmar Gheddafi. Il 15 luglio Hannibal Gheddafi e la moglie erano stati arrestati dopo una denuncia di maltrattamento da parte di due domestici.

“Non c’era assolutamente alcuna intenzione, in questa delicata vicenda, di ferire i sentimenti del popolo libico nè della famiglia del leader. Voglio sia chiaro” spiega l’ambasciatore svizzero in Libia. Davanti all’ambasciata elvetica si sono svolte manifestazioni di protesta.

La compagnia marittima libica che ha già interrotto le consegne di greggio in Svizzera ha come consigliere ufficiale proprio Hannibal Gheddafi. Già dalla scorsa settimana i collegamenti aerei fra i due Paesi erano stati ridotti e le imprese svizzere in Libia avevano ricevuto un ordine di chiusura da parte delle autorità di Tripoli.