ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Karadzic probabilmente all'Aia entro la prossima settimana

Lettura in corso:

Karadzic probabilmente all'Aia entro la prossima settimana

Dimensioni di testo Aa Aa

Radovan Karadzic attende di essere estradato all’Aia.

Nonostante fosse il ricercato numero uno del tribunale penale internazionale per i crimini nell’ex Jugoslavia era talmente sicuro di non essere riconosciuto che all’inizio dell’anno si era addirittura lasciato riprendere durante una conferenza sulla medicina alternativa.

Il suo avvocato, che presenterà appello contro l’estradizione, ha ammesso che il trasferimento verrà al massimo ritardato alla fine della prossima settimana.

Una portavoce del tribunale penale internazionale spiega che poi, nel giro di uno o due giorni, comparirà di fronte ai giudici affinché possa dichiararsi colpevole o innocente. I capi di imputazione vanno dal genocidio allo sterminio, dalla deportazione all’omicidio.
Successivamente si aprirà la fase preliminare del processo e verrà stabilito il calendario delle udienze.

L’obiettivo ora è fare presto per non rischiare che l’ex leader dei serbi di Bosnia, ora sessantatreenne, muoia prima che sia pronunciata una sentenza, come accaduto all’ex presidente della Serbia Slobodan Milosevic, suo alleato di un tempo, deceduto nel 2006 all’Aia.

Radovan Karadzic è perseguito principalmente per i massacri di migliaia di musulmani a Srebrenica e Sarajevo, che nel suo disegno politico dovevano far parte di una grande Serbia ortodossa.