ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordi militari fra Russia e Venezuela. Gli Usa avvertono: no ai missili russi a Cuba

Lettura in corso:

Accordi militari fra Russia e Venezuela. Gli Usa avvertono: no ai missili russi a Cuba

Dimensioni di testo Aa Aa

L’asse Mosca-Caracas diventa più solido. Il Presidente russo Dmitri Medvedev ha firmato una serie di accordi commerciali con il Capo di Stato venezuelano Hugo Chavez.

Ospite a Mosca, Chavez ha annunciato nuovi acquisti di armamenti per garantire la sovranità del suo Paese messa a repentaglio dagli Stati Uniti. Secondo Medvedev le relazioni bilaterali garantiranno la sicurezza nella regione. E la pesenza militare russa ha avuto la benedizione di Chavez:

“La Russia ha una capacità di mobilitare navi portaerei ovunque nel mondo. Che vengano in Venezuela, non sarebbe strano. Che vadano a visitare i mari di Asia, Africa e dei Caraibi. Se vengono in Venezuela saranno i benvenuti”.

Le mosse del Cremlino sono interpretate da Viktor Linnik, analista politico, come una strategia comprensibile solo nel più ampio quadro geopolitico internazionale:

“E’ il tipico caso occhio per occhio dente per dente. Gli Stati Uniti sono molto attivi nei territori dell’ex Unione Sovietica, in particolare in alcune zone della Georgia e dell’Ucraina. La Russia cerca di rifarsi aumentando la sua influenza in America Latina”.

Dalla stampa russa emerge intanto l’ipotesi che Mosca installi a Cuba i propri bombardieri in risposta alla creazione dello scudo antimissile statunitense ai confini della Federazione Russa. Gli Stati Uniti hanno già messo in guardia. Uno scenario da nuova guerra fredda.