ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una notte di festa a Sarajevo

Lettura in corso:

Una notte di festa a Sarajevo

Dimensioni di testo Aa Aa

La gioia è esplosa all+annuncio dell+arresto dell+uomo considerato responsabile del massacro di Srebrenica e della morte di circa 11 mila cittadini della capitale bosniaca, in un lungo e sanguinoso assedio durato 43 mesi, dall aprile del 92 al febbraio del 96.

La notizia ha sorpreso molti, che non speravano quasi più nella giustizia internazionale. Altri considerano che è un arresto arrivato fin troppo tardi.

Questa mattina l+euforia è meno evidente, ma resta il sentimento per molti che finalmente giustizia è stata fatta

“Ho appreso la notizia con il più grande piacere”.

“E’ stata una sorpresa, lo aspettavamo da così tanto tempo. Che sia la comunità internazionale o qualcun’altro, grazie a Dio l’hanno arrestato. Se solo anche gli altri criminali di guerra potessero essere arrestati, potremmo tornare a vivere come vivevamo”.

“Ognuno deve rispondere di quello che ha fatto perchè così tanti innocenti sono stati uccisi” .

Ora, per i cittadini bosniaci, non resta che aspettare che la giustizia internazionale faccia il suo corso