ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Belgrado l'arresto di Karadzic infiamma gli ultranazionalisti serbi, che gridano al tradimento.

Lettura in corso:

A Belgrado l'arresto di Karadzic infiamma gli ultranazionalisti serbi, che gridano al tradimento.

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia è dovuta intervenire nella notte per disperdere una manifestazione nel centro della capitale, di fronte al Tribunale dove si trova in stato di fermo l’ex latitante eccellente.

Qualcuno dovrâ pagare per questo tradimento.

Perché di tradimento si tratta. Una volta gente del genere finiva in carcere, oggi in Serbia invece chi tradisce puo’ agire liberamente. Costringono il loro popolo alla vergogna, e niente è peggio del caos.

Tra gli abitanti di Belgrado in tanti dicono di approvare la cattura in nome della riabilitazione del paese agli occhi della comunità internazionale.

Bisogna estradarlo al più presto. Non possiamo lasciare il paese bloccato nel passato per causa di un pugno di personaggi.

Spero che l’Unione europea e gli Stati uniti si rendano conto ora che la Serbia ha fatto di tutto per catturare i fuggitivi e farli giudicare dal tribunale penale internazionale. Il paese si aspetta un futuro migliore.

Il procuratore generale del Tpi ha già definito l’arresto di Karadzic “una tappa fondamentale per la cooperazione con Belgrado”.

Karadzic potrebbe dunque essere il 44 esimo cittadino serbo a venire estradato all’Aja, come già avvenne per il presidente serbo Milosevic. Un gesto che avvicina Belgrado all’Unione europea.