ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Leader valloni e fiamminghi insieme alla festa nazionale, nonostante la crisi


mondo

Leader valloni e fiamminghi insieme alla festa nazionale, nonostante la crisi

Festa nazionale in un Belgio in piena crisi politica. Per il Re è stata l’occasione di ribadire l’importanza dell’unità del paese, nonostante l’evidente necessità di riforme istituzionali. Dalle elezioni del giugno 2007, il paese è passato da una crisi politica all’altra, mentre i partiti fiamminghi, che chiedono una secessione, si fanno sempre più pressanti.

Il Re, per cercare di tenere unito il paese, ha nominato questa settimana un trio di saggi che studino una riforma dello Stato, in modo da dare alle ricche Fiandre ancora più autonomia.

Dopo la tradizionale parata militare, il sovrano ha partecipato con le altre autorità del paese alla cerimonia celebrata nella cattedrale di Saint Michel et Gudule a Bruxelles. “Preghiamo – ha detto il sacerdote – perché il Signore benedica il nostro paese, perché regni la pace, per una buona comprensione tra le due comunità e tutti i cittadini”.

Il premier Yves Leterme, le cui dimissioni sono state rifiutate dal re questa settimana, si mostra cauto: “Sono molto onorato per la decisione del re, ma credo che è molto importante che l’aspetto istituzionale, l’accordo del governo sia rispettato, non è andata così il 15 luglio”.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Il Parlamento francese vota le riforme istituzionali