ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In piazza contro i sequestri e la pace.

Lettura in corso:

In piazza contro i sequestri e la pace.

Dimensioni di testo Aa Aa

“Farc liberate tutti gli ostaggi”. Un’appello che ieri è risuonato nelle piazze di tutto il mondo. A partire dalla Colombia dove centinaia di migliaia di persone hanno sfilato in corteo per rivendicare la liberazione di tutte le persone, da 700 a 3000, ancora in mano ai ribelli delle Forze armate rivoluzionarie colombiane.

Una immensa folla ha attraversato le vie di Bogotà mentre a Leticia presenti i tre presidenti latinoamericani: il padrone di casa Uribe, il peruviano Garcia e brasiliano Lula da Silva. Un appello ai guerriglieri è arrivato anche dal mondo della musica, dalla cantante colombiana Shakira : “ Vi prego deponete le armi, basta con i rapimenti, liberate tutti i prigionieri “.

Manifestazioni, slogan, concerti per il “Freedom Day” dalla Colombia al Venezuela, da Washington fino a Parigi. E proprio dalla capitale francese che è arrivato un grido di speranza: quello di Ingrid Betancourt. Di fronte a migliaia di persone riunite sotto la Torre Eiffel per il concerto organizzato per la festa dell’Indipendenza colombiana, la Betancourt ha scandito precise parole : “libertà, mai piu’ ostaggi”. Al leader delle Farc Alfonso Cano ha invece chiesto di deporre le armi, e di accettare la mano tesa dal presidente Uribe.

“Questo è un giorno di fraternità per i colombiani e per il mondo intero – ha concluso l’ex ostaggio rilasciata dalle Farc lo scorso 2 luglio dopo 6 lunghi di anni di prigionia.