ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I rapitori di cinque britannici in Iraq diffondono un filmato, "un ostaggio si è suicidato"

Lettura in corso:

I rapitori di cinque britannici in Iraq diffondono un filmato, "un ostaggio si è suicidato"

Dimensioni di testo Aa Aa

Un video di cinque ostaggi britannici rapiti in Iraq e un comunicato che annuncia il suicidio di uno di essi.

Nel filmato inviato al Sunday Times da un gruppo estremista “Resistenza Islamica Sciita” uno degli ostaggi Alan ha detto di stare male fisicamente e psicologicamente. Un altro, Jason, si sarebbe tolto la vita.

In un comunicato i rapitori ne hanno attribuito la responsabilità al governo britannico: “la sua indifferenza ai nostri messaggi ha aggravato il già compromesso stato psicologico degli ostaggi e spinto uno di essi al suicidio”, hanno affermato.

I cinque, un consulente per un’impresa statunitense e quattro guardie del corpo, furono rapiti nel maggio 2007 a Baghdad.

Il ministero degli esteri britannico non ha potuto confermare la notizia che il premier Gordon Brown ha ricevuto mentre era in visita a Baghdad e Bassora. Brown ha detto di prendere sul serio le informazioni e ne ha discusso con il collega iracheno Nuri al Maliki. A Maliki Brown ha ribadito la volontà di diminuire la presenza militare in Iraq, ma senza fissare un calendario per il ritiro.

La Gran Bretagna ha già ridotto i suoi militari da 46mila a quattromila, concentrati intorno all’aeroporto di Bassora.