ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo frodi Germania-Lichtestein: prima condanna

Lettura in corso:

Scandalo frodi Germania-Lichtestein: prima condanna

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima condanna per le frodi al fisco tedesco via Lichtenstein. Si tratta di un promotore immobiliare accusato di avere trasferito 11 milioni di euro tra il 2001 e il 2006 a fondazioni del Principato senza pagare le dovute tasse in Germania. Il tribunale di Bochum gli ha inflitto una pena di due anni di reclusione, ma con la condizionale, poiché l’uomo ha confessato e già pagato i suoi debiti.

Lo scandalo di quella che la polizia tedesca ha definito “la più grande evasione fiscale di sempre”, scoppiò a febbraio. I servizi segreti tedeschi comprarono – per cinque milioni di euro – un dvd contenente i dati di facoltosi investitori da un ex dipendente di una banca del Lichtenstein. La prima testa eccellente a cadere fu il numero uno delle poste tedesche Klaus Zumwinkel, che si è dovuto dimettere e potrebbe subire una condanna penale.

Fino ad ora sono stati restituiti al fisco tedesco circa 110 milioni di euro. 350 le indagini in corso, circa 700 le persone oggetto di queste indagini.