ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Colombia si scusa con la Croce Rossa per aver violato la convenzione di Ginevra

Lettura in corso:

La Colombia si scusa con la Croce Rossa per aver violato la convenzione di Ginevra

Dimensioni di testo Aa Aa

La Colombia ha ammesso che un suo militare ha usato lo stemma della Croce Rossa durante l’operazione che ha portato alla liberazione di Ingrdid Betancourt.

Il presidente Alvaro Uribe ha riconosciuto la violazione del diritto internazionale e nel corso di una cerimonia di decorazione degli organizzatori del blitz si è scusato: “Chiediamo perdono al Comitato della Croce Rossa. Chiedo che il nome dell’ufficiale che ha commesso quell’errore sia mantenuto riservato”.

Uribe ha detto che il militare ha contravvenuto agli ordini indossando lo stemma della Croce Rossa ma anche aggiunto che lo avrebbe fatto per nervosismo, impaurito dal numero di guerriglieri che si erano radunati attorno all’elicottero.

“Il simbolo della Croce Rossa deve essere rispettato in ogni circostanza e non può essere usato in maniera abusiva”, ha dichiarato Yves Heller, portavoce del Comitato internazionale.

Secondo l’avvocato di due guerriglieri arrestati almeno tre o quattro persone hanno usato lo stemma.

La Croce Rossa teme ora che i suoi operatori possano essere scambiati per militari.