ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cristina Kirchner perde la "guerra del grano"

Lettura in corso:

Cristina Kirchner perde la "guerra del grano"

Dimensioni di testo Aa Aa

Una sonora batosta per la presidente argentina Cristina Kirchner. Il parlamento ha bocciato il suo progetto di aumentare le tasse per le esportazioni dei prodotti agricoli.

Finisce così il braccio di ferro tra governo e agricoltori durato 4 mesi, con manifestazioni, scioperi e blocchi stradali.

Il settore agricolo, o “el campo” come lo chiamano gli argentini, è sceso in piazza a festeggiare, esibendo il ritratto del presidente del Senato Julio Cobos, che con il suo voto decisivo ha dato il colpo di grazia al progetto di legge.

Eletta da appena 8 mesi, Cristina Kirchner sta vivendo un calo verticale di popolarità.

Il suo progetto era rimpinguare le casse dello stato, tassando un settore, quello agricolo, che va bene. L’Argentina è il numero tre al mondo nell’esportazione della soia.

I prodotti agricoli hanno rappresentato oltre la metà delle esportazioni l’anno scorso, per un totale di quasi 20 miliardi di euro.