ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trasmesso per la prima volta un video di un interrogatorio a Guantanamo

Lettura in corso:

Trasmesso per la prima volta un video di un interrogatorio a Guantanamo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stato diffuso per far pressione sul Canada il video di questo sedicenne recluso a Guantanamo. All’agente segreto inviato dal governo di Ottawa per interrogarlo racconta delle ferite subite che, dice, non gli vengono curate.

E’ il 2003, sei mesi prima veniva catturato in Afghanistan quasi morto dopo un combattimento. Ora ha 21 anni, è sempre a Guantanamo e i suoi avvocati, compreso quello militare statunitense, sperano che il suo Paese faccia pressione perché venga rimpatriato.

“Speriamo certamente che l’impatto in Canada sia di smentire la bugia secondo la quale Omar Khadr sarebbe un pericoloso terrorista – dice il difesnore militare William Kuebler -. Questi nastri mostrano un ragazzo spaventato”.

L’accusa per Omar Khadr è di aver lanciato una granata che uccise un soldato americano. Secondo la difesa il ragazzo è stato torturato.

Il suo processo dovrebbe aprirsi il prossimo ottobre.

Il video girato dalle autorità americane e passato poi all’intelligence canadese è stato divulgato dopo una lunga battaglia legale che ha coinvolto perfino la Corte suprema del Canada, dove Khadr è nato.