ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lituania, il parlamento cerca di ritardare la chiusura definitiva di una centrale nucleare pericolosa

Lettura in corso:

Lituania, il parlamento cerca di ritardare la chiusura definitiva di una centrale nucleare pericolosa

Lituania, il parlamento cerca di ritardare la chiusura definitiva di una centrale nucleare pericolosa
Dimensioni di testo Aa Aa

Il metodo utilizzato è quello di sottoporre la questione a referendum popolare.
La centrale nucleare di Ignalina in Lituania è uno stabilimento vetusto del tipo di quello di Chernobyl, dotato dello stesso reattore di fabbricazione sovietica. Negli accordi legali all’ingresso della Lituania in Europa è specificato che la centrale deve cessare ogni attività entro il 2009. Per ora solo uno dei due reattori è stato chiuso, l’altro fornisce il 70 per cento dell’energia elettrica di cui il paese necessita. I politici lituani paventano un aumento della bolletta elettrica di quattro volte, e temono la dipendenza dalla Russia. Il referendum non ha alcun valore legale, ma serve a fare pressione su Bruxelles per un allungamento dei tempi della chiusura – a rischio e pericolo dei cittadini europei.