ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prove di pace in Medio Oriente

Lettura in corso:

Prove di pace in Medio Oriente

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione per il Mediterraneo ha già il merito di aver dato nuovo slancio e nuova visibilità al processo di pace in Medio Oriente.

Sotto il sole di Parigi, nel quadro del summit, si è tenuto l’incontro tra il presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas e il premier Ehud Olmert.

Rivolgendosi a Sarkozy, convinto che la stagione di pace sia prossima in Medio Oriente, Abbas ha dichiarato:

.
“Lei è un nostro alleato e un alleato di Israele, fatto che le permetterà di aiutarci nel processo di pace nei prossimi mesi”.

Viste le difficoltà che attraversa in patria non è sopra ogni sospetto la dichiarazione del premier israeliano che ha detto, mai come oggi palestinesi e israeliani sono stati così vicini a un accordo di pace e ha aggiunto.

“Cercheremo di evitare i pericoli maggiori che ci minacciano, come le minacce iraniane. Allo stesso tempo ci concentreremo sul processo di pace. Abbiamo iniziato un porcesso indiretto con la Siria, che speriamo diventi diretto. LA nostra priorità restano i negoziati con l’Autorità paelstinese”.

Alla conferenza di Annapolis dello scorso novembre,
l’obbiettivo fissato era quello di un accordo di pace entro la fine del 2008 ma finora gli sviluppi in questo senso sono stati minimi.