ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si apre oggi a Bruxelles la conferenza dei donotari per il Kosovo

Lettura in corso:

Si apre oggi a Bruxelles la conferenza dei donotari per il Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Kosovo, provincia dichiaratasi indipendente dalla Serbia lo scorso 17 febbraio, spera ottenere aiuti per 1 miliardo e mezzo di euro su un periodo triennale.

Essendo una delle aeree più povere d’Europa il Kosovo attende con impazienza gli aiuti per riammodernare le proprie infrastrutture e per far uscire dalla disoccupazione il 40% della sua popolazione attiva. Inoltre, dei due milioni di abitanti il 37% vive sotto la soglia di povertà.

La Costituzione entrata in vigore lo scorso 15 giugno ha segnato l’inizio di una riconfigurazione dei poteri. La Minuk, la missione delle Nazioni Unite che amministra la provincia dalla fine della guerra del 1999, sta trasferendo a poco a poco le competenze politiche ed economiche alle autorità kosovare.

L’indipendenza è stata riconosciuta da 43 paesi ma il Kosovo aspetta ancora degli investimenti concreti da parte dei suoi amici occidentali.

Un grossa parte delle somme che saranno ottenute oggi serviranno a ripagare il debito dell’ex Iugoslavia che il Kosovo ha ereditato dopo la sua indipendenza dalla Serbia.