ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Kosovo batte cassa

Lettura in corso:

Il Kosovo batte cassa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Kosovo ha bisogno di tutto. A cominciare dalle infrastrutture. Nononstante i fondi concessi dall’Unione Europea nel 2007 e per un periodo di quattro anni pari a oltre un miliardo e cinquecento milioni di euro, a Pristina battono cassa.

Oggi il quadro economico del Kosovo è desolante. Un’occhiata alle cifre è significativo. Il tasso di disoccupazione legale è del 56% della popolazione attiva, il 45% della stessa vive sotto la soglia di povertà: può’, invece, considerarsi fortunato chi, nel paese piu’ povero d’Europa, riesce a portare a casa un salario di 240 euro al mese.

Una situazione catastrofica cui si aggiunge il fatto che la popolazione kossovara è tra le piu’ giovani tra quelle europee.

I leader politici sono consapevoli dei gravi problemi che deve affrontare il neo stato. “Sarà difficile, dice il ministro delle Finanze del Kosovo Ahmet Shala che nel giro di due- tre anni il nostro paese riesca a vincere le sfide: cio che conta è che il governo metta in atto tutte le misure necessarie”.

Tra le prime necessità c‘è la costruzione di strade: a questo scopo i rappresentatanti degli Stati Uniti e dell’Unione dicono all’unisono che è fondamentale uno sforzo comune.