ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un Tribunale dell'Aja si dichiara non competente a giudicare i caschi blu presenti a Srebenica nel '95

Lettura in corso:

Un Tribunale dell'Aja si dichiara non competente a giudicare i caschi blu presenti a Srebenica nel '95

Dimensioni di testo Aa Aa

Passo indietro della magistratura olandese chiamata a rendere giustizia alle vittime di Srebenica

Un tribunale dell’Aja si è dichiarato non competente a giudicare i caschi blu dell’Onu, presenti alla caduta della città bosnica nelle mani delle milizie serbe.

Il tribunale ha giustificato la decisione sostenendo che all’Onu viene riconosciuta l’immunità.

“Il tribunale sostiene che il riconoscimento del genocidio sia meno importante dell’immunità delle Nazioni Unite – spiega il legale di parte civile – E’ una decisione pericolosa perchè significa che qualsiasi cosa facciano i caschi blu non li perseguire civilmente. Ai parenti delle vittime di Srebenica non è riconosciuto alcun diritto”.

Il massacro di Srebenica, ha provocato la morte di 8.372 persone di fede musulmana. I caschi blu olandesi quell’11 luglio del 1995 avevano abbandonato l’enclave di Srebenica, malgrado fosse zona protetta dall’Onu, lasciando i civili nelle mani delle milizie armate di Mladic. Gli uomini che non trovarono rifugio nelle foreste vennero massacrati. Donne e bambini deportati.