ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Georgia chiede alla Russia di impegnarsi per la pace nel Caucaso

Lettura in corso:

La Georgia chiede alla Russia di impegnarsi per la pace nel Caucaso

Dimensioni di testo Aa Aa

Il segretario di stato americano Condoleeza Rice è arrivato in Georgia in uno dei momenti di più alta tensione tra Mosca e Washington sul Caucaso e sullo scudo anti-missile.

La Georgia essendo passata nella sfera d’influenza occidentale è diventata la bestia nera della Russia, che sostiene invece le Repubbliche indipendentiste di Abkhazia e Ossezia del sud. A indispettire ulteriormente Mosca c‘è stata martedì la firma dell’accordo con il quale la Repubblica Ceca concede agli Stati Uniti il permesso d’installare sul suo territorio un radar che, insieme ai missili intercettori da dispiegare in Polonia, fa parte di un sistema di difesa anti-aerea.

Per il ministro degli esteri georgiano Mosca non si sta adoperando per raggiungere la pace nel Caucaso: “Ogni volta che l’attività diplomatica diventa molto forte e ci si avvicina a risultati concreti per il processo di pace la Russia fa qualcosa per renderli vani. Credo che dobbiamo lavorare insieme, con la comunità internazionale per fermare questa serie di comportamenti dal lato russo”.

Negli ultimi mesi la Russia ha aumentato la sua presenza militare nella regione dell’Abkhazia. Qui attualmente sono presenti 2500 militari russi in virtù di un accordo di cessate il fuoco firmato negli anni 90. La loro presenza non ha impedito il ripetersi degli scontri, anche mortali, tra guerriglia indipendentista e forze di sicurezza georgiane.