ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chiusi i duty free shop bulgari

Lettura in corso:

Chiusi i duty free shop bulgari

Dimensioni di testo Aa Aa

A partire da mezzanotte tutti i duty free shop bulgari situati lungo le frontiere con la Serbia, la Macedonia e la Turchia sono stati chiusi. Una misura presa dal governo di Sofia per combattere il contrabbando che avevano fatto di questi negozi esenti da tasse un punto di ritrovo con tutto quello che ne consegue specie per quanto concerne la corruzione. Una decisione necessaria dopo la chiusura degli stessi negozi alla frontiera con Romania e Grecia quando la Bulgaria entro’ a far parte dell’Unione europea il primo gennaio del 2007.

Secondo il ministro bulgaro degli Affari europei con la chiusura dei duty free shop termina un periodo di transizioni e se l’operazione fosse stata fatta dai governi precedenti oggi non ci sarebbero tanti disoccupati nel comparto.

Una decisone che risponde ad un’esigenza di immagine della Bulgaria cui non sono certo estranee le pressioni di Bruxelles.