ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il G8 invita i paesi emergenti a discutere dei cambiamenti climatici

Lettura in corso:

Il G8 invita i paesi emergenti a discutere dei cambiamenti climatici

Dimensioni di testo Aa Aa

La discussione sulla riduzione delle emissioni inquinanti è stata allargata ad altri paesi nella terza giornata del g8 a Toyako in Giappone. Le riunioni sono cominciate con una colazione di lavoro alla quale hanno partecipato anche i leader di India, Cina, Brasile, Messico, Sudafrica, Australia, Indonesia e Corea del Sud. Il presidente francese Sarkozy ha anche trovato il tempo per annunciare la sua presenza alla cerimonia di apertura dei giochi di Pechino.

In discussione c‘è l’accordo raggiunto ieri di fissare un obiettivo di riduzione del 50 per cento delle emissioni di gas inquinanti entro il 2050. L’impegno dei paesi del G8, che producono il 40% dei gas serra, non ha comunque alcuna possibilità di avere successo senza l’adesione di almeno altre due grandi potenze super inquinanti, come Cina e India. I due paesi più popolosi al mondo contribuisco al 25% delle emissioni mondiali.

La scadenza fissata sembra troppo lontana alle Ong che accusano i leader mondiali di partecipare a questi summit come se andassero in vacanza.