ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles dice si' alla riduzione dell'Iva per il settore della ristorazione e dell'assistenza

Lettura in corso:

Bruxelles dice si' alla riduzione dell'Iva per il settore della ristorazione e dell'assistenza

Dimensioni di testo Aa Aa

La Commissione Europea ha accolto il forcing della Francia che da anni chiede di estendere il ricorso alle detrazioni fiscali.
Uno dei settori interessati da questa misura è quello della ristorazione.
Per Parigi l’Iva ridotta dovrebbe favorire le assunzioni ma su questo punto non tutti gli analisti son d’accordo.
Alcuni paesi poi, vedi la Germania, restano nettamente contrari a provvedimenti di questo tipo.

La Commissione pero’ ha deciso di andare avanti lo stesso. “Si tratta – come ha spiegato il commissario europeo al fisco Laszlo Kovacs – di uniformare le regole in vigore visto che attualmente alcuni paesi possono già ridurre questo carico mentre altri no”.

Juan Delgado del Bruegel forum prevede che i nuovi provvedimenti possano avere un effetto sul mercato del lavoro. “Perchè pero’ – aggiunge – le nuove regole interesseranno solo alcuni settori e non altri. Penso che la Commissione abbia accettato di ridurre l’Iva perchè la misura avrà comunque un impatto limitato sugli scambi commerciali da paese a paese”

Oltre alla ristorazione, potranno godere della riduzione dell’Iva anche le società di servizi che operano in campo edilizio in particolare quelle che si occupano di pulizie oppure le imprese di giardinaggio.
Interessate dal provvedimento che comunque non dovrebbe entrare in vigore prima del 2009, anche le cooperative e società private che si occupano di assistenza degli anziani o delle persone handicappate.

Cue In:Cue Out:Assets