ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Partito dall'Italia, lo scandalo dei formaggi alterati coinvolge una azienda tedesca

Lettura in corso:

Partito dall'Italia, lo scandalo dei formaggi alterati coinvolge una azienda tedesca

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scandalo del formaggio avariato in Italia arriva anche in Germania. La polizia tedesca ha messo i sigilli a una fabbrica di Woringen, in Baviera, sospettata di essere coinvolta nella vicenda, denunciata nei giorni scorsi dalla stampa italiana.

Le autorità tedesche hanno raccolto campioni per eseguire test in laboratorio. Per ora, non vi sono però prove certe del coinvolgimento nella rete della contraffazione, come spiega la polizia: “Le indagini sono scaturite da un articolo di un quotidiano italiano. Questa azienda è sospettata di essere coinvolta nello scandalo. Non abbiamo ricevuto informazioni ufficiali dalle autorità italiane, dunque tutte le nostre informazioni si basano su questo articolo”.

La denuncia fa riferimento a possibili collegamenti tra un caseificio di Cremona e quello di Woringen.

Si parla di Vermi, escrementi di topi, pezzi di ferro, tutti occultati con maestria per ricreare materia utilizzabile per fettine da toast, formaggio fuso, grattugiato, gorgonzola, mozzarelle.

Materia venduta in Italia e Europa. Le indagini, iniziate due anni fa, hanno portato alla luce un business che in due anni avrebbe fruttato decine di migliaia di euro per 11mila tonnellate di merce venduta.