ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unione Europea dice si a Kyoto ma frena sui biocarburanti

Lettura in corso:

L'Unione Europea dice si a Kyoto ma frena sui biocarburanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Al vertice di Parigi dei ministri dell’Ambiente e dell’Energia dei 27, dedicato alla lotta al riscaldamento globale, sono affiorati i dubbi sule conseguenze del loro impiego. Secondo uno studio riservato della Banca Mondiale sarebbe proprio l’uso di cereali per ottenere carburanti ad aver provocato la recente impennata dei prezzi dei prodotti alimentari.

Il ministro francese Jean Luis Borloo, ha confermato l’impegno europeo a rispettare i limiti definiti nel Protocollo di Kyoto. Secondo lui, il vincolo di introdurre almeno il 10 per cento di biocombustibili, entro il 2020, riguarderebbe l’insieme delle energie rinnovabili nei trasporti, come l’idrogeno o l’elettricità.

Sulla base delle conclusioni del Vertice, entro dicembre l’Unione europea dovrà raggiungere un accordo tra i paesi membri per ridurre i gas a effetto serra del 20 per cento entro il 2020.