ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esplosione a Minsk in festa per l'anniversario dell'indipendenza

Lettura in corso:

Esplosione a Minsk in festa per l'anniversario dell'indipendenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’esplosione nel mezzo della festa per l’indipendenza bielorussa, non lontano dal presidente Alexander Lukashenko.

Una cinquantina di persone sono rimaste ferite a Minsk, la capitale dell’ex repubblica sovietica durante un concerto all’aperto.

La polizia in un primo momento ha affermato che l’ordigno è stato innescato da vandali e non da terroristi. Più tardi nella zona del concerto è stato ritrovato un secondo ordigno. Il portavoce di Lukashenko sostiene che l’obiettivo non fosse il presidente.

Tre anni fa un’esplosione simile a quella di Minsk avvenne a Vitebsk, nel nord, e ferì una quarantina di persone.

Contro Lukashenko, presidente dal pugno di ferro, non ci sono mai stati attentati, almeno ufficialmente.

Lukashenko non convoca elezioni libere dalla metà degli anni ’90, l’Occidente lo considera responsabile di violazioni dei diritti umani.

Non può mettere piede nel territorio di Unione Europea e Stati Uniti che lo accusano di brogli nelle elezioni del 2006 che lo hanno riconfermato al potere.