ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia emozionata per la liberazione di Betancourt, il Paese che non l'ha mai abbondanata

Lettura in corso:

La Francia emozionata per la liberazione di Betancourt, il Paese che non l'ha mai abbondanata

Dimensioni di testo Aa Aa

Ingrid Betancourt l’ha definita la dolce Francia che non l’ha mai abbandonata nei momenti più difficili.
Ed è in Francia, Paese che ha seguito costantemente il suo caso, dal governo ai cittadini,
che i figli di Betancourt Melanie e Lorenzo hanno espresso la loro gioia per la liberazione.

Ieri sono stati ricevuti all’Eliseo dal presidente Nicolas Sarkozy, accompagnati dalla sorella di Ingrid, Astrid, e dal nipotino.

Sarkozy ha ringraziato il presidente colombiano Alvaro Uribe, le autorità e le forze armate.

Melanie, che aveva sedici anni quando sua madre fu rapita il 23 febbraio 2002, ha detto che non bisogna dimenticare gli ostaggi che si trovano ancora nella giungla.
Lorenzo ha ringraziato il capo dell’Eliseo.

La stessa Betancourt ha ringraziato Sarkozy, il predecessore Jacques Chirac e l’ex premier Dominique de Villepin.

Intanto il comitato di sostegno francese alla Betancourt si prepara a festeggiare a Parigi la liberazione di Betancourt.