ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La cronaca della liberazione di Ingrid Betancourt. Dalla giungla alla libertà ritrovata

Lettura in corso:

La cronaca della liberazione di Ingrid Betancourt. Dalla giungla alla libertà ritrovata

Dimensioni di testo Aa Aa

La notizia della liberazione di Ingrid Betancourt è arrivata ieri quando in Europa era già sera. Collegamento con Bogotà, aeroporto militare. Il portellone dell’aereo si apre e la Betancourt scende le scalette per prima. Abbraccia la madre che si è sempre strenuamente battuta per riportarla a casa. Abbraccia i suoi compagni di prigionia che dopo anni passati nella giungla sono di nuovo liberi come lei.

“Ho costamente rivissuto nella mia testa quei momenti terribili del sequestro. Oggi, con tanti anni ormai alle spalle sento che quanto mi è successo era il mio destino, che quel che è successo doveva succedere, che dovevo vivere quanto ho vissuto.”

Le forze speciali colombiane hanno effettuato un’operazione lampo preparata pero’ nei minimi dettagli. Un’informazione falsa per ingannare i guerriglieri, il recupero dei sequestrati trasferiti in una base militare in elicottero e poi il trionfale rientro a Bogotà.