ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stato d'emergenza in Mongolia dopo gli scontri di ieri. Oggi i risultati delle elezioni

Lettura in corso:

Stato d'emergenza in Mongolia dopo gli scontri di ieri. Oggi i risultati delle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

È tornata la calma nelle strade di Ulan Bator, in Mongolia, dopo le violente manifestazioni di ieri che hanno provocato la morte di cinque persone. Ma è una calma carica di tensione: i militari pattugliano la capitale, e il presidente della repubblica Nambariin Enkhbayar ha decretato lo stato d’emergenza per quattro giorni.

In Mongolia, paese considerato uno dei rari esempi di democrazia in Asia Centrale, si sono tenute lo scorso weekend le elezioni politiche. Le manifestazioni e gli scontri sono seguiti all’annuncio fatto dal partito popolare rivoluzionario mongolo, gli ex comunisti, di aver vinto più di 40 dei 76 seggi del parlamento. Sostenitori dell’altro grande partito del paese, il democratico, sono allora scesi in piazza denunciando irregolarità e hanno dato l’assalto alla sede del Pprm, incendiandola.

Oltre ai cinque morti, il ministero della giustizia ha registrato 329 feriti.
I risultati ufficiali delle elezioni si dovrebbero conoscere oggi.