ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia assume la presidenza dell'Ue e spinge per ratifica Trattato

Lettura in corso:

La Francia assume la presidenza dell'Ue e spinge per ratifica Trattato

Dimensioni di testo Aa Aa

Impossibile immaginare un debutto più difficile per il semestre francese alla presidenza dell’Unione europea. Dopo la bocciatura referendaria in Irlanda del Trattato di Lisbona, ora anche la Polonia dà una nuova delusione al governo di Parigi. Il presidente polacco Lech Kaczynski ha infatti dichiarato che non apporrà la sua firma al testo, nonostante il parlamento lo abbia già ratificato, perché lo considera inutile dopo il no irlandese.

Un paradosso se si pensa che era stato proprio Kaczynski a negoziare apposite deroghe, valide per la Polonia, al trattato di riforma delle istituzioni europee.

Per il presidente francese Nicolas Sarkozy, deciso a circoscrivere all’Irlanda il problema della mancata ratifica del Trattato, è un altro duro colpo. “Certo, il no irlandese rende tutto più difficile – ha ammesso l’inquilino dell’Eliseo – e non solo il compito della Francia ma per tutti gli europei. Diciannove paesi hanno già ratificato il Trattato di Lisbona. La priorità è quindi limitare il problema all’Irlanda e fare in modo che gli altri continuino a ratificarlo. Penso soprattutto ai nostri amici in Repubblica Ceca”.

Ieri il passaggio di consegne tra la Slovenia e la Francia alla presidenza europea era stato accompagnato da una cerimonia ufficiale a Parigi, di fronte alla Tour Eiffel, per l’occasione illuminata con il blu e le stelle della bandiera dell’Unione.