ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli USA chiederanno la pena capitale per lo stratega dell'attacco alla "USS Cole"

Lettura in corso:

Gli USA chiederanno la pena capitale per lo stratega dell'attacco alla "USS Cole"

Dimensioni di testo Aa Aa

Per l’intelligence statunitense era il capo delle operazioni di Al Qaeda in Arabia Saudita. Abd al-Rahim al- Nashiri, catturato nel 2002 e dal 2006 detenuto a Guantanamo, è stato formalmente incriminato dai procuratori militari Usa come regista dell’attacco terrorista contro la nave da guerra Cole.

Nell’ottobre 2000, nel golfo yemenita di Aden, un commando suicida a bordo di un motoscafo si lanciò contro la nave, uccidendo diciassette marinai e ferendone una cinquantina.

Al processo l’amministrazione statunitense chiederà per al- Nashiri la condanna a morte.

Il generale Thomas Hartmann ha ricordato che al- Nashiri dovrà rispondere anche del fallito attacco contro un’altra nave da guerra Usa e l’attentato alla superpetroliera francese Limburg. Per cinque delle otto imputazioni a suo carico è prevista la pena capitale

In una sua dichiarazione ai giudici, al Nashiri ha messo in relazione le sue confessioni con le torture subite durante gli interrogatori.

Lo stesso direttore della Cia ha ammesso che al- Nashiri, è tra i detenuti sottoposti alla tecnica del waterboarding, un interrogatorio condotto simulando l’annegamento del prigioniero.

Da tempo le organizzazioni per i diritti civili protestano considerando il waterboarding una tortura, mentre l’amministrazione Bush ne ha sempre difeso l’utilizzo.