ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si apre la corsa per la guida del Ps francese. La Royale scende in campo

Lettura in corso:

Si apre la corsa per la guida del Ps francese. La Royale scende in campo

Dimensioni di testo Aa Aa

Poco meno di sei mesi prima del congresso del Partito socialista francese, Ségolène Royal, candidata sconfitta all’Eliseo, esce allo scoperto nella corsa per la leadership. L’occasione gliela ha offerta un incontro pubblico nel centro di Parigi con un migliaio di sostenitori. “E’ la migliore”, dice questa militante, “Senza di lei non si sarebbe messo in moto un meccanismo di cambiamento”. “E’ lei il nostro Sarkozy, il nostro bulldozer. Il nostro ariete per spingere gli elefanti del partito verso la pensione”.

Nel discorso dalla tribuna, un forte richiamo all’orgoglio di partito e un attacco frontale al presidente Nicolas Sarkozy e il suo primo anno di gestione politica della Repubblica. “Abbiamo bisogno che la sinistra dica basta al controllo del clan Sarkozy sulla Francia, e abbiamo bisogno che la sinistra faccia rinascere la Francia. Ecco l’impegno che prendo davanti a voi”.

Ma nella corsa di Ségolène Royal non mancano gli ostacoli, come ad esempio le aspirazioni del sindaco di Parigi Bernard Delanöe, che punta anch’egli alla testa del partito, o quelle di Martine Aubry, che gode di un forte radicamento nella base socialista.

Secondo gli osservatori, il cammino verso la segreteria socialista serve alla Royal soprattutto nella prospettiva di una nuova candidatura alle presidenziali, nel 2012.