ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Non si ferma la corsa del prezzo del petrolio: sfondata quota 142 dollari al barile. In calo le piazze europee

Lettura in corso:

Non si ferma la corsa del prezzo del petrolio: sfondata quota 142 dollari al barile. In calo le piazze europee

Dimensioni di testo Aa Aa

La corsa del prezzo del petrolio non accenna a fermarsi: sfondata quota 142 dollari al barile intorno a metà seduta. In chiusura di contrattazioni il greggio resta sopra i 140 dollari.

Il commento di Antony Grisanti, economista: “Quando il presidente dell’opec dichiara qualcosa, come ha fatto ieri, e dice di aspettarsi che il greggio arrivi a costare tra i 150 e i 170 dollari al barile entro l’estate, vuol dire per noi operatori che loro non aumenteranno la produzione”.

Altra giornata negativa per le borse europee,che chiudono tutte in calo tranne Londra, Mosca e Madrid. Ad appesantire i listini sono i profit warning lanciati da Carrefour e Sony Ericsson. In linea con le altre piazze del vecchio continente, chiude in calo anche Piazza Affari. Sul fronte dei cambi, un euro vale un dollaro e 575 centesimi.