ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La corsa solitaria di Mugabe. Scontato esito voto

Lettura in corso:

La corsa solitaria di Mugabe. Scontato esito voto

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si è fermato davanti a nulla Robert Mugabe. A dispetto dell’opposizione interna e internazionale, il Presidente dello Zimbabwe ha mantenuto la promessa: portare il Paese al ballottagio il 27 giugno. E oggi, il Paese vota. Il verdetto è scontato: la sua è una corsa solitaria che il mondo intero ha chiesto di fermare, perché ritenuta illegittima. Anche se sul bollettino di voto figura ancora il nome di Morgan Tsvangirai, perché, sostiene la commissione elettorale, il suo ritiro è arrivato troppo tardi.

Sordo alle critiche piovute da ogni parte, Mugabe si appresta a essere riconfermato dopo 28 anni alla guida del Paese. Il leader dell’opposizione Morgan Tsvangirai resta rifugiato all’Ambasciata olandese, dove si trova da domenica a seguito delle violenze contro i suoi seguaci. Ha invitato i suoi elettori alla cautela. Il numero due di Tsvangirai, Tendai Biti è stato scarcerato, dopo due settimane di reclusione. Promette di continuare a combattere. All’ambasciata sudafricana, la fila di chi spera di fuggire dal Paese e di ricevere asilo politico è lunga.