ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Rom, vittime di povertà e discriminazioni

Lettura in corso:

I Rom, vittime di povertà e discriminazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

I Rom sono la popolazione più’ discriminata d’ Europa. Senza casa e lavoro e con un basso livello d’istruzione, questa la situazione fotografata dal rapporto annuale presentato dall’Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali.

Livia Jaroka, parlamentare europea di orgini Rom: “I Rom in Europa vivono in media dieci anni in meno. Noi siamo discriminati ad ogni livello, il 90% della nostra gente è disoccupata…. La cosa più’ importante è diffondere la consapevolezza che i problemi dei Rom riguardano tutti, perchè si tratta di problemi di alfabetizzazione, di sviluppo locale, di disoccupazione, che non devono essere affrontati in modo separato”

I Rom vivono ai margini e la diversità culturale diventa spesso un pretesto per giustificare attacchi violenti.Come avvenuto nel maggio scorso nel campo rom di Ponticelli a Napoli, messo a ferro e fuoco dalla gente inferocita per il sospetto rapimento di un bambino.

Mario Marazziti, Comunità di Sant’Egidio: “Sfortunatamente la pubblicazione del rapporto coincide con quanto sta avvenendo in Italia. negli ultimi anni l situazione sta peggiorando. Nessuno si ricorda dello sterminio dei Rom nei campi di concentramento, oggi sonoi diventati il capro espiatorio per ogni insicurezza sociale che attraversa la popolazione”

In Italia vivono circa 200 mila Rom, 80 mila sono cittadini italiani, in maggioranza arrivati da Yugoslavia e Romania per sfuggire alla guerra nei Balcani. Non si tratta di nomadi, ma di una popolazione senza piu’ patria, esclusi dalla spartizione della Yugoslavia, avvenuta su base etnica.