ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Zimbabwe, l'Onu consiglia il rinvio del ballottaggio di venerdì

Lettura in corso:

Zimbabwe, l'Onu consiglia il rinvio del ballottaggio di venerdì

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu condanna le violenze in Zimbabwe e giudica impossibile lo svolgersi di libere e giuste elezioni presidenziali. La dichiarazione, adottata all’unanimità, è la prima iniziativa formale delle Nazioni Unite sulla crisi in atto nel paese sudafricano.

Il segretario generale Ban Ki Moon è stato ancora più esplicito, chiedendo di rinviare il ballottaggio previsto per venerdì perché privo di ogni legittimità. Il leader dell’opposizione dello Zimbabwe, Morgan Tsvangirai, si è infatti ritirato dalla consultazione, per non mettere ulteriormente in pericolo l’incolumità dei suoi sostenitori. Il suo partito, l’MDC, ha denunciato un blitz della polizia nella sede del suo quartier generale, da cui sarebbero state prelevate sessanta persone, incluse donne e bambini. Quanto a Tsvangirai, è chiuso da domenica notte nell’ambasciata olandese di Harare, dove, pur non avendo chiesto asilo politico, si sarebbe rifugiato per sottrarsi alle intimidazioni.

Il capo della polizia, Augustine Chihuri, si è detto sorpreso dalle denunce, aggiungendo di non essere al corrente di alcuna minaccia alla vita del leader dell’opposizione e dei suoi seguaci. Ha anzi suggerito che si tratti di una tattica per boicottare lo scrutinio, che, dopo il ritiro di Tsvangirai, vede l’84enne Robert Mugabe candidato senza oppositori a un nuovo mandato presidenziale.

L’ambasciatore dello Zimbabwe all’Onu ha infatti confermato che il ballottaggio non sarà rinviato, nonostante il parere contrario del Consiglio di Sicurezza.