ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un mese dopo l'accordo intercomunitario nuovi scontri minacciano il dialogo

Lettura in corso:

Un mese dopo l'accordo intercomunitario nuovi scontri minacciano il dialogo

Dimensioni di testo Aa Aa

A Tripoli continuano gli scontri scoppiati domenica tra sostenitori dell’opposizione filo-siriana guidata da Hezbollah e quelli della maggioranza anti-Damasco.

I partiti politici stanno ancora negoziando la formazione di un governo di unità nazionale previsto dall’accordo di Doha di un mese fa.

Le vittime dei combattimenti in due quartieri di Tripoli, nel nord del Paese, sono almeno nove. L’esercito ha inviato rinforzi dopo un accordo tra le parti.

“E’ necessario ancora un pò di tempo per la formazione del governo”, ha detto il premier Fuad Siniora. In base all’accordo interlibanese, che ha messo fine a un anno e mezzo di crisi politica, Hezbollah avrà diritto di veto.

L’accordo era stato preceduto da combattimenti che avevano causato oltre 60 vittime e avevano fatto temere una nuova guerra civile dopo quella finita nel 1990.