ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una giornata al mare dopo lunghi mesi di paura

Lettura in corso:

Una giornata al mare dopo lunghi mesi di paura

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ uno degli effetti piu visibili della tregua decretata nell’area della striscia di Gaza da israeliani e palestinesi. Tregua che finora è stata rispettata dalle due parti.

La popolazione della striscia ha riempito le spiagge e come spiega questo residente “spera che questa volta il cessate il fuoco possa durare il piu al lungo possibile”.

Il leader di Hamas Ismail Haniyeh al termine della preghiera del venerdi ha pero’ chiarito che il movimento islamico non metterà fine al contrabbando di armi destinate ai suoi miliziani come invece hanno chiesto le autorità israeliane.

Israele dal canto suo ha accettato di alleggerire il blocco che strangola la striscia ma non intende riaprire il passaggio di frontiera di Rafah che collega Gaza all’Egitto almeno fino a quando non verrà liberato il soldato Gilad Shalit catturato dai palestinesi due anni fa.

Dunque per ora la tregua regge ma resta fragile come ha dimostrato il ferimento di tre coloni israeliani presi di mira dalle brigate dei martiri di al Aqsa in una località cisgiordana.
Le brigate hanno fatto sapere di rifiutare qualunque accordo di tregua.