ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca alza la voce dopo l'arresto in Georgia di suoi quattro soldati

Lettura in corso:

Mosca alza la voce dopo l'arresto in Georgia di suoi quattro soldati

 Mosca alza la voce dopo l'arresto in Georgia di suoi quattro soldati
Dimensioni di testo Aa Aa

Tensione in aumento, tra Mosca e Tiblisi, dopo che forze dell’esercito georgiano hanno arrestato quattro militari russi. L’incidente, l’ennesimo tra i due paesi, è avvenuto martedi alla frontiera con l’Abkhazia, dove i russi mantengono una forza di interposizione. L’episodio potrebbe avere conseguenze pesanti. Il generale Aleksandr Burutin, vicecapo di stato maggiore, parlando a Mosca ha ammonito la Georgia.

“I nostri soldati finora hanno mantenuto un atteggiamento paziente, e non hanno sparato un solo colpo. Non posso garantire che ciò duri per il futuro. La controparte georgiana porterà intera la responsabilità di queste provocazioni e delle loro conseguenze”.

La disputa tra Mosca e Tiblisi riguarda le sorti di due regioni separatiste filorusse, l’Abkhazia e l’Ossezia del Sud, abitate prevalentemente da minoranze etniche e sostenute dalla Russia.

Le autorità georgiane, che puntano a integrare il paese nella Nato, accusano i soldati della forza di pace russa di offrire sostegno ai separatisti.

Dell’incidente hanno parlato, in una dura conversazione telefonica, il presidente russo Dmitri Medvedev e quello georgiano, Mikhail Saakasvili.