ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'opposizione denuncia vessazioni in vista del ballottaggio in Zimbabwe

Lettura in corso:

L'opposizione denuncia vessazioni in vista del ballottaggio in Zimbabwe

Dimensioni di testo Aa Aa

A 8 giorni dal secondo turno delle presidenziali, il clima politico in Zimbabwe è sempre più teso. Tendai Biti, Segretario Generale del Partito d’opposizione, viene ascoltato oggi dal Tribunale di Harare. E’ attualmente detenuto con l’accusa di tradimento per aver annunciato la vittoria del Movimento per il Cambiamento Democratico al primo turno delle presidenziali, il 29 marzo.

“Fa parte dell’atteggiamento vessatorio contro di noi, che dobbiamo stare qui in tribunale a perdere tempo invece di occuparci della campagna elettorale” è stato il commento di Morgan Tsvangirai, leader dell’opposizione, candidato alla presidenza, fermato più volte dalla polizia nelle ultime settimane.

Il voto che si terrà a fine mese non sembra avere le premesse di equità e giustizia di cui parla il Presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe, 84 anni, 21 passati al potere.

Intanto 4 militanti dell’opposizione sono stati trovati morti nella periferia di Harare. Secondo il partito di Tsvangirai sono oltre 60 gli attivisti uccisi nelle ultime settimane.