ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione: sì dell'Europarlamento alla direttiva sui rimpatri

Lettura in corso:

Immigrazione: sì dell'Europarlamento alla direttiva sui rimpatri

Dimensioni di testo Aa Aa

La direttiva sui rimpatri degli immigrati clandestini è stata adottata dal Parlamento europeo. Gli eurodeputati hanno approvato a larga maggioranza il testo di compromesso. Un testo che prevede per i sans papier in attesa di espulsione la detenzione fino a 18 mesi e vieta il rientro per cinque anni.

Oltre al periodo di detenzione, uno dei punti criticati dai difensori dei diritti umani è la possibilità di detenere ed espellere minori.

La misura, adottata dopo tre anni di dibattiti, è considerata la prima tappa verso una politica comune sull’immigrazione in Europa. Entrerà in vigore nel 2010 e prevede un approccio in due tappe: un periodo di “rimpatrio volontario”, che può essere seguito da una “decisione di rimpatrio”, cioè l’allontanamento. In questo caso l’autorità giudiziaria può decidere di rinchiudere l’immigrato in un centro di custodia temporanea.

La direttiva stabilisce quindi la durata massima di detenzione, che oggi in alcuni stati membri è illimitata.