ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il grande orecchio svedese: al voto il discusso programma di sorveglianza nazionale.

Lettura in corso:

Il grande orecchio svedese: al voto il discusso programma di sorveglianza nazionale.

Dimensioni di testo Aa Aa

Piu’ intercettazioni, ma anche capillare controllo di internet ed sms: il parlamento svedese oggi al voto su un discusso programma di sorveglianza nazionale. Il progetto di legge proposto dal governo autorizzerà l’ascolto di tutte le comunicazioni e conversazioni, come gia avviene, grazie al grande orecchio del Sistema Echelon, anche negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

Sten Tolgfors, Ministro della difesa svedese: “Il contesto nuovo e minaccioso in cui ci troviamo impone la sorveglianza via cavo. La questione è proteggere la Svezia da terrorismo e attacchi telematici, nonchè proteggere il nostro personale in missione internazionale “.

L’esito positivo del voto non è scontato: l’opposizione di centro-sinistra voterà compatta contro la proposta e il governo in senato ha una risicata maggioranza di 4 seggi.

Sven Bergstrom, del Partito di Centro: “il dibattito che solleva questa decisione dipende dal fatto che a nessuno piace l’aumento di sorveglianza, abbiamo cercato di aumentare anche la tutela della privacy nella proposta di legge, è un intervento necessario non lo abbiamo fatto con il sorriso sulle labbra.”

Parte dell’opinione pubblica, stampa e attivisti per i diritti civili protestano contro un modello che considerano un passo indietro nel rispetto delle libertà personali.