ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Perù, la popolazione protesta e prende in ostaggio un generale della polizia

Lettura in corso:

Perù, la popolazione protesta e prende in ostaggio un generale della polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano stati inviati per sedare una rivolta sindacale e invece sono finiti ostaggio dei rivoltosi. E’ accaduto in Perù, nella città mineraria di Moquegua, dove la popolazione è mobilitata per ottenere una più equa redistribuzione delle risorse.

Nelle mani dei dimostranti sono caduti 65 agenti e un generale della polizia, ma la cosa non ha fermato gli attacchi da parte delle forze antisommossa.

Teatro della rivolta la regione mineraria di Tacna, a 1200 chilometri dalla capitale, dove una compagnia multinazionale, accusata di massimizzare i profitti a discapito della popolazione locale e dell’ambiente, estrae del rame.

Nel corso degli scontri si sono contati una sessantina di feriti, tra i quali almeno sette agenti. La folla, premendo sulla polizia, è riuscita a liberare con la forza tredici arrestati. Per risolvere la crisi è al lavoro il primo ministro del Castillo, che ha intenzione di proporre un accordo ai manifestanti.