ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La fiaccola è nel Xinjiang, regione musulmana ad alta tensione

Lettura in corso:

La fiaccola è nel Xinjiang, regione musulmana ad alta tensione

La fiaccola è nel Xinjiang, regione musulmana ad alta tensione
Dimensioni di testo Aa Aa

Percorso blindato per la fiamma olimpica in Cina. La fiaccola è nel Xinjiang, regione occidentale dove vive il popolo uiguro, turcofono e musulmano.

Gli uiguri portano avanti rivendicazioni simili a quelle dei tibetani protagonisti delle numerose proteste lungo il percorso della torcia in Occidente. Chiedono infatti l’autonomia della regione.

La festa si è svolta sottotono e sotto alta sorveglianza nel capoluogo Urumqi e le stesse misure sono state prese a Kashgar, non lontano dalle frontiere con il Pakistan e l’Afghanistan.

Kashgar è il centro dell’Islam cinese. Qui sarà vietato assistere al passaggio della torcia a meno che non si faccia parte di gruppi organizzati all’interno dei luoghi di lavoro.

La Cina accusa gli uiguri di alcuni attentati in nome della lotta per l’indipendenza. Per le organizzazioni per i diritti umani gli uiguri si battono per la libertà di religione e per ottenere maggiore autonomia da Pechino.

Come i tibetani sostengono che gli immigrati cinesi hanno imposto il loro predominio nella vita locale.

Questo fine settimana la fiaccola passerà a Lhasa, in Tibet. Il comitato organizzatore cinese non ha ancora confermato la data e i dettagli del percorso nella città che, a marzo, è stata teatro di proteste contro Pechino.