ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, Sarkozy sogna il comando militare della Nato

Lettura in corso:

Francia, Sarkozy sogna il comando militare della Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia tornerà a far parte del comando militare integrato della Nato, da cui uscì nel 1966. A prometterlo è l’inquilino dell’Eliseo Nicolas Sarkozy, durante la presentazione del Libro bianco della Difesa.

Il presidente ha precisato che il programma di dissuasione nucleare resterà strettamente nazionale e ha ribadito le sue priorità per il semestre di presidenza francese dell’Unione. “Nei prossimi mesi cominceremo con il rilanciare la difesa europea. Perché non può esserci alcun passo avanti nell’integrazione della Francia nel comando della Nato, in assenza di progressi sulla difesa europea. Insieme alla Germania, nel 2009 organizzeremo le celebrazioni del sessantesimo anniversario della Nato, a Strasburgo. E questo sarà un simbolo forte della volontà dell’Europa di rinnovare l’Alleanza atlantica”.

La Francia ha circa dodici mila militari in missioni all’estero, dai Balcani all’Afghanistan al Libano. Secondo Sarkozy, le nuove esigenze della difesa, in primis la minaccia del terrorismo, richiedono un esercito più leggero, ma più flessibile e meglio equipaggiato. Nei prossimi sette anni, ha previsto il taglio di più di 50mila effettivi e un aumento delle risorse a disposizione dell’intelligence.