ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caschi blu olandesi sotto accusa al TPI per la strage di Srebrenica

Lettura in corso:

Caschi blu olandesi sotto accusa al TPI per la strage di Srebrenica

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è anche l’Olanda sul banco degli imputati davanti alla Corte penale internazionale dell’Aja che sta giudicando i responsabili del massacro di Srebrenica, in Bosnia.

Il processo, iniziato oggi, nasce dalle denunce di tre cittadini nei confronti dei caschi blu olandesi, che, secondo gli avvocati delle parti lese, avrebbero potuto impedire la strage ma non lo fecero.

L’iniziativa giudiziaria era stata più volte sostenuta dai parenti delle vittime, tutte appartenenti alla comunità musulmana di Bosnia.

Il massacro compiuto nel 1995 a Srebrenica, costato la vita a ottomila musulmani, è l’azione di guerra più sanguinosa dalla fine della seconda guerra mondiale.

Della strage devono rispondere Radovan Karadzic e Ratko Mladic, capo politico il primo e militare il secondo, dei serbo-bosniaci, tuttora entrambi latitanti.