ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il processo di pace israelo-palestinese passa anche per i nuovi insediamenti ebraici

Lettura in corso:

Il processo di pace israelo-palestinese passa anche per i nuovi insediamenti ebraici

Dimensioni di testo Aa Aa

Il progetto israeliano di espansione a Gerusalemme Est potrebbe minare il processo di pace in Medio Oriente e i negoziati per la nascita di un nuovo Stato palestinese. E’ quanto ha spiegato il segretario di Stato Usa Condoleezza Rice da Tel Aviv. Argomento sul quale la Rice ha trovato l’appoggio, naturale e totale, del presidente palestinese Mahmoud Abbas.

“Purtroppo sono convinta, e parlo a nome degli Stati Uniti, che l’azione e gli annunci che sono in atto possano avere un effetto negativo sul clima dei negoziati e non è proprio quello che vogliamo. Dobbiamo essere in grado di incoraggiare la fiducia reciproca per non minare il processo di pace”, ha detto la Rice.

Israele ha approvato la costruzione di 1.300 case a Gerusalemme Est, considerata territorio proprio dagli israeliani e Cisgiordania dai palestinesi.

Una “perdita di tempo inutile”. Cosi’ Hamas liquida la nuova missione a Tel Aviv del capo della diplomazia di Washington. Sono giorni particolari questi per i vertici di Hamas, che stanno festeggiando il primo anniversario della presa della Striscia di Gaza. Sono infatti passati dodici mesi da quando, dopo tre giorni di combattimenti sanguinosi, le bandiere verdi del movimento islamico vennero issate sul tetto del quartier generale del partito di Fatah a Gaza city.