ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stop dell'Europa alla pesca del tonno rosso

Lettura in corso:

Stop dell'Europa alla pesca del tonno rosso

Dimensioni di testo Aa Aa

Tonno rosso: stop alla pesca dell’Unione Europea per assicuare il ripopolamento.

Una misura che ha già creato lo scompiglio nel comparto ittico. Il provvedimento deciso dalla Commissione è scattato dal momento che Grecia, Malta, Cipro, Italia, Francia e Spagna avranno già raggiunto le rispettive quote di pescato il 15 giugno. In Italia, la Federcoopesca parla di decisione incomprensibile che metterà in ginocchio il comparto. Nathalie Charbonneau, portavoce della Commissione Pesca:

“Hanno raggiunto la quote, decise a livello degli Stati membri per ogni peschereccio. E le quote vengono stabilite a livello dell’Unione Europea, quindi non sono previste misure compensative, si tratta solo di rispettare le quote”.

Eccetto la deroga per i pescatori spagnoli che potranno calare le reti fino al 23 di giugno, la misura rappresenta un’anticipazione dello stop alla pesca di oltre due mesi rispetto all’anno scorso. Per la gioia delle associazioni di difesa dell’ambiente, come Greenpeace, che già in aprile denunciava il rischio di far sparire il tonno rosso dal Mediterraneo e dall’Atlantico orientale. Un duro colpo per i professionisti del settore, già sul piede di guerra per il caro-carburante.