ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'acqua protagonista dell'Expo 2008 a Saragozza

Lettura in corso:

L'acqua protagonista dell'Expo 2008 a Saragozza

Dimensioni di testo Aa Aa

Saragozza capitale dell’acqua e dello sviluppo sostenibile. Sono i temi dell’Esposizione internazionale 2008 aperta al pubblico fino al 14 settembre in questa città del nord est della Spagna. I 106 paesi ospiti mettono in mostra su 25 ettari la loro cultura, i modi di vita, la flora e la fauna in 140 padiglioni grandiosi e spettacolari.

Padiglioni che privilegiano l’interazione, come quello sull’acqua digitale, creato dall’italiano Carlo Ratti. L’acqua diventa un’attrazione per far prendere coscienza al visitatore dell’importanza dell’Oro blu del ventunesimo secolo. In un percorso al tempo stesso ludico ed educativo.

Roque Gistau è il presidente dell’Expo: “La priorità va innanzi tutto all’informazione. Questo vuol dire che tutti i contenuti dei padiglioni – i padiglioni dei vari partecipanti, cioè i paesi, le comunità spagnole e le regioni, raccontano come vedono la loro gestione nel campo dell’acqua. La seconda linea forte è la linea dell’istruzione, cioè la linea più scientifica. Ci sarà una grande riunione di esperti, più di 300 persone venute a Saragozza per discutere del problema dell’acqua e dello sviluppo sostenibile”.

Un’acqua che i 6 milioni di visitatori attesi scopriranno anche attraverso documentari, spettacoli e nei dibattiti previsti nell’ambito della Tribuna dell’acqua, un forum di riflessione al quale interverranno 2 mila esperti. Riflessioni che confluiranno a settembre in un simposio internazionale sullo sviluppo sostenibile, cui seguirà la firma della cosiddetta “Carta di Saragozza”, un accordo in difesa dell’acqua.

Quasi un colossale antipasto dell’Expo 2015, che a Milano vedrà protagonisti tutela ambientale, sviluppo sostenibile, sicurezza alimentare ed energie rinnovabili.